5 consigli per convincere i genitori anziani ad accettare aiuto

ValentinaCoppola | 24 settembre 2017 | 0 | Salute

Una delle sfide più grandi quando si diventa adulti è riconoscere che i propri genitori anziani sono diventati fragili e incapaci di vivere da soli. La sfida ha inizio proprio quando loro rifiutano di lasciare la propria casa. Come ci si comporta in questi casi?

Convincere una persona anziana sul fatto che non è più in grado di vivere da sola nella sua casa è davvero difficile e questo può essere molto frustrante per i figli, preoccupati per la salute e il benessere dei loro genitori. Spesso sono proprio loro che devono iniziare a fornire più assistenza a livello domestico e questo può determinare seri problemi in ambito lavorativo: inaspettato assenteismo, interruzioni durante le ore lavorative, il costo di qualcuno che assista la persona anziana mentre si è via, congedo non retribuito, riduzione delle ore lavorative e relativo stipendio.

C’è poi un altro aspetto da tenere in considerazione. Qualsiasi tipo di piano stabilito di assistenza per una persona anziana può dover essere cambiato rapidamente in seguito a un aggravamento del suo stato di salute o a causa di un’assenza improvvisa della persona che lo assiste.

Consigli per affrontare questo argomento con i tuoi genitori anziani

  1. Valuta le esigenze dei tuoi genitori per prima cosa. Sono in grado di muoversi in sicurezza sia in casa, sia all’esterno? Si stanno nutrendo in modo corretto? Sono ancora in grado di guidare?
  2. Inizia a pianificare le diverse opzioni di assistenza in anticipo parlandone con il genitore più propenso ad ascoltare. Puoi per esempio affrontare l’argomento in questo modo: “In futuro, se hai bisogno di un aiuto preferisci riceverlo a casa o all’interno di una casa di riposo?”. Se hai già previsto delle opzioni nel caso in cui si verifichi una crisi i tuoi genitori saranno più preparati e disposti ad accettare i cambiamenti.
  3. Le coppie riescono spesso a gestirsi meglio in casa propria rispetto ai single. Si aiutano a vicenda. Si può essere ancora in grado di guidare o di gestire gli aspetti finanziari. Solitamente l’età media in cui si ha bisogno di aiuto sono gli ottantuno anni. In questo caso le opzioni sono solitamente due: l’assistenza domiciliare e quella all’interno di strutture specializzate.
  4. Mobilitati nel corso di una crisi. Se si finisce in Pronto Soccorso o se si deve trascorrere un periodo in ospedale cogli l’occasione per aiutare la persona anziana a capire che un cambiamento è necessario.
  5. Non ti scoraggiare. Se durante la prima discussione i tuoi genitori anziani rifiutano di affrontare l’argomento dì loro che sarà comunque necessario affrontarlo e che tu vuoi parlarne. Chiedi loro di riflettere sulla questione e di valutare delle possibili opzioni. Se hanno delle resistenze cerca di comprendere le preoccupazioni che possono essere alla base.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Scopri l’Arca di Noè, una casa di riposo vicino Viterbo!

Related Posts

Categorie del sito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi