Cooking Team Building: formazione esperienziale aziendale

Cooking Team Building, la formazione attraverso un gioco in cucina

Utilizzare il Team Building per analizzare le dinamiche di un gruppo di lavoro e lavorare meglio è una modalità formativa che permette di apprendere attraverso un’esperienza di confronto tra le risorse umane.

Persone che ogni giorno interagiscono nei processi di lavoro e che, in un momento al di fuori della quotidianità lavorativa, vengono coinvolte attivamente nelle dinamiche di un lavoro di squadra alternativo e altamente simbolico.

Apprendere tramite l’esperienza: cucinare e sperimentare

Tra le esperienze di team building che possono essere progettate per un gruppo di lavoro, è interessante il cooking team building, che presenta una forte componente di “gioco”, pur non essendo assolutamente un evento ludico.

Si tratta di un’esperienza formativa che trasformando mette alla prova i partecipanti nella gestione di un intero progetto culinario che prevede l’interazione del gruppo tra sinapsi e… papille gustative!

Imparare come gestire un progetto, anche in cucina si può!

Chi partecipa al cooking team building diventa parte, per un giorno, di una brigata di cucina in un ristorante stellato. Un’impresa che implica responsabilità, dato che il team dovrà collaborare alla realizzazione di un vero e proprio menu, obiettivo da raggiungere tramite il supporto complessivo di tutti i membri del gruppo.

I diversi gruppi di lavoro dovranno gestire tutte le fasi della realizzazione del menu, come fosse un progetto aziendale, suddividendo i compiti, organizzandosi nel tempo a disposizione e sfruttando le capacità individuali dei singoli e quelle dell’intero gruppo.

Si parte dalla suddivisione delle attività, che nel cooking team building vanno dalla scelta degli ingredienti alla preparazione degli alimenti fino alla presentazione al cliente.

Una volta suddivisi i compiti, definendo così le dinamiche di relazione del team, si passa alla gestione del budget. Quante risorse economiche si hanno a disposizione per un progetto di cooking team building? La differenza la fa non solo il totale della spesa che si può affrontare, ma la capacità di ripartirlo secondo le voci del menu.
Cucinare un piatto ricercato al fois gras avrà, sicuramente, un costo diverso rispetto ad una meno impegnativa “cacio e pepe”.

Si procede con la cucina vera e propria e mettendosi alla prova tramite la gestione del tempo di cottura e delle capacità di realizzazione delle pietanza, si rivelerà la maestria non solo culinaria ma anche organizzativa, del singolo e del gruppo.

Chi prepara un ingrediente, chi ne predispone un altro, assaggia o impiatta… insomma nel cooking team building il progetto va sviluppato per gradi e la fase di preparazione dei piatti non è cosa da poco. Andranno presentati al cliente, infine, e quindi ogni azione andrà calibrata con attenzione, per evitare delusioni da parte dell’assaggiatore finale.

Anche perché, alla fine della giornata dedicata al cooking di gruppo, si cena con i piatti preparati dal gruppo stesso: una doppia sfida e un impegno più che motivazionale!

Le competenze su cui lavora il cooking team building

  • Comunicazione efficace e ascolto attivo
  • Diversity management – gestione delle diversità e complementarietà nel team.
  • Fiducia – capacità di affidarsi relativamente alla suddivisione dei compiti.
  • Gestione dei conflitti – ricondurre le dinamiche conflittuali e le diversità di approccio al lavoro.
  • Gestione dell’imprevisto – amministrare i contrattempi e trovare soluzioni immediate.
  • Gestione delle risorse – saper valutare e dirigere le competenze individuai per il fine comune.
  • Leadership – sviluppo delle capacità direzionali e decisionali, in situazioni differenziate.
  • Project management – realizzare un progetto, partendo dall’organizzazione primaria al risultato finale.
  • Ruoli e responsabilità – definire competenze e limiti, con cognizione di causa rispetto al risultato da ottenere.
  • Stress management – in ogni situazione di tensione o contrattempo, riuscire a gestire emotività e capacità decisionale.
  • Team building – rafforzare le dinamiche di gruppo, stravolgerle e ricomporle in un’esperienza unica.
  • Time management – gestire i tempi e le modalità di esecuzione del progetto, dall’inizio alla fine.

Clever Training per la formazione esperienziale

Realizzare un progetto di cooking team building, così come mettere in scena una commedia oppure lanciare un nuovo cocktail sul mercato sono solo alcune tra le esperienze di formazione che la società Clever Training propone in modo personalizzato alle aziende che si interessano alla formazione esperienziale tramite Team Building.

Il responsabile di Clever Training, Massimiliano Moscarda mette a disposizione dei sui clienti oltre 10 anni di esperienza nell’organizzazione di attività di Team Building a Firenze, Bologna, Roma e Milano.

Collabora nelle attività di struttura delle risorse umane per brand importanti sul mercato nazionale e internazionale come Adidas, Belmond, Prysmia Group, Red Bull, Umbria Salute, Vente Privée, Privalia, Four Season Hotel & Resort, General Electric, Bticino, E-Work, Bosch, Pioneer, Acamtel, In20, Lindt, Chianti Classico, Valtur, Uilm, Avon, Braccialini, BT, Elsevier, Federalberghi Toscana, EBTT.

L’approccio di Clever Training è quello esperienzale e coniuga interattività e creatività con percorsi pensati su misura per ogni esigenza di team building o di crescita.

Clever realizza progetti di team building coinvolgenti, sempre ricchi di creatività e interazione per stimolare le capacità di manager, dirigenti e collaboratori.

La modalità di formazione

Clever Training è rappresentato da un gruppo di professionisti della formazione aziendale, che fondano le proprie proposte sull’esperienza come metodo di apprendimento razionale, emotivo e di engagement collettivo.

Ogni partecipante al cooking team building, così come ad altre iniziative di formazione, segue fasi differenti di apprendimento e trasformazione nell’esperienza.

  • Sperimenta situazioni simbolicamente ispirate alla realtà aziendale, lavorando in modo ludico e divertente ma anche metaforico, rispetto alle problematiche di lavoro quotidiano.
  • Elabora l’esperienza vissuta e le dinamiche intercorse tra le persone, mediante un de-briefing di riflessione sui momenti critici e i punti di forza su cui agire.
  • Applica gli strumenti e le tecniche adeguate, per riportare nel lavoro aziendale l’elaborazione esperienziale, lavorando per migliorare la qualità del lavoro.

Un metodo valido per le tante attività di formazione, coaching, team building, assessment (valutazione) e analisi di clima aziendale, che Clever Training sviluppa per medie e grandi imprese su tutto il territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *