La differenza tra caldaia combinata e caldaia a condensazione

ValentinaCoppola | 1 settembre 2017 | 0 | Scienze e tecnologia

Molte persone tendono a confondere i termini “caldaia combinata”, “caldaia a condensazione” e “caldaia combinata a condensazione”. Le persone con poca esperienza in questo settore tendono a considerare questi termini come sinonimi pensando che si riferiscano allo stesso prodotto. In realtà c’è una grande differenza tra loro così come sono molto diversi i prodotti ai quali fanno riferimento. Facciamo un po’ di chiarezza.

Le caldaie combinate

Si chiamano combinate le caldaie che sono in grado di assolvere sia al riscaldamento degli ambienti sia alla produzione di acqua calda sanitaria senza l’uso di un serbatoio di accumulo esterno. Non richiedono l’installazione di cisterne di accumulo dell’acqua consentendo un grande risparmio dal punto di vista dello spazio. Si tratta solitamente di caldaie murali che possono essere facilmente installate in corrispondenza di qualsiasi parete domestica. Occupano pochissimo spazio e in alcuni casi possono persino essere installate all’interno dei mobili della cucina.

La tecnologia con la quale sono state realizzate gli permette di riscaldare istantaneamente l’acqua sanitaria donando molto comfort e limitando gli sprechi. Alcuni dei vantaggi che mettono a disposizione sono i seguenti:

  • Sono l’ideale per le case e gli appartamenti di piccole dimensioni;
  • Scegliendole si può ottenere acqua calda sanitaria alla giusta pressione, idonea per la doccia e per i rubinetti di bagno e cucina;
  • Sono semplici da installare e molto silenziose;
  • Permettono di risparmiare spazio in casa perché non prevedono l’installazione di serbatoi di accumulo esterni;
  • La maggior parte di queste caldaie assicurano un risparmio energetico del 90%.

E gli svantaggi?

  • Generalmente non sono adatte nelle case o negli appartamenti con più di 2 bagni;
  • Sono più costose delle caldaie “solo riscaldamento”;
  • Se due rubinetti sono aperti contemporaneamente il flusso d’acqua si dimezza.

Le caldaie a condensazione

Questi termini stanno a indicare la tipologia di caldaie attualmente più efficienti disponibili sul mercato. Assicurano un risparmio energetico pari anche al 93% e un minore impatto ambientale. Alla base del loro funzionamento c’è la tecnologia della condensazione: riescono a estrapolare il calore presente nei fumi di scarico della caldaia e a rimetterlo in circolo. Se il principale vantaggio che mettono a disposizione è il risparmio energetico, lo svantaggio principale è il loro costo: hanno costi generalmente più alti rispetto alle caldaie tradizionali.

Le caldaie combinate a condensazione

La caldaia combinata a condensazione è un mix tra le due versioni precedenti: una caldaia a condensazione che riesce a sopperire sia alle esigenze di riscaldamento degli ambienti, sia a quelle di produzione dell’acqua calda sanitaria. Anche in questo caso la produzione di acqua calda è istantanea: limitano, quindi, gli sprechi.

Hai bisogno di consigli sul tipo di caldaia da acquistare? Idrofast, centro di assistenza per caldaie, è a tua disposizione!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie del sito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi