Radiazioni ionizzanti: ecco come attivare una giusta radioprotezione

a.rug | 4 settembre 2017 | 0 | Comunicati stampa , Lavoro , Salute

Quando si parla di radiazioni ionizzanti è bene sapere che si tratta di un tipo di radiazioni che contengono e trasportano una grossa quantità di energia tale da liberare degli elettroni da atomi o molecole, appunto ionizzandoli. Questo genere di radiazioni vengono ormai utilizzate in moltissimi campi; primo fra tutti la medicina ma anche la ricerca, l’industria manifatturiera, l’edilizia e molto altro ancora. Se ci si trova a subire un’esposizione indesiderata priva delle giuste misure di sicurezza, le radiazioni ionizzanti, possono costituire un rischio per la salute. L’esposizione a questo genere di radiazioni può essere causa di danni ai tessuti viventi, e può provocare problemi gravi come ad esempio particolari mutazioni, le malattie acute da radiazione, il cancro ed infine, anche la morte.

Quindi, quando si svolge una mansione che mette il lavoratore a rischio di esposizione a queste radiazioni di tipo ionizzante, il datore di lavoro deve contattare una ditta specializzata in sicurezza sul lavoro Roma, come ad esempio la US Group, e garantire la massima sorveglianza fisica e medica della radioprotezione avvalendosi della presenza di esperti qualificati per gli aspetti fisici e di medici autorizzati per gli aspetti medici.

La figura dell’esperto qualificato

L’Esperto Qualificato è una figura professionale rappresentata da una persona che possiede le conoscenze ed ha ricevuto l’addestramento necessari per effettuare misurazioni, per fare esami e verifiche o valutazioni sia di tipo fisico che tecnico ma anche radiotossicologico. Questo professionista ha, inoltre, il compito di assicurarsi che avvenga il corretto funzionamento dei dispositivi di protezione ed è, altresì, tenuto a fornire tutte indicazioni e i provvedimenti da adottare per garantire la sorveglianza fisica della protezione dei lavoratori. Per ottenere il riconoscimento di Esperto qualificato bisogna sostenere un esame per l’abilitazione ed è necessario iscriversi all’elenco nominativo degli Esperti Qualificati che si trova presso il Ministero del Lavoro.

Il lavoro dell’esperto

Quando si contatta la figura dell’Esperto Qualificato bisogna sapere che fra le sue mansioni ci sono quelle di dare al datore di lavoro le indicazioni preliminari per una corretta radioprotezione e sulle pratiche da fare per rilasciare il benestare; egli, inoltre, ha il compito di effettuare la prima verifica di nuove installazioni; deve anche effettuare i controlli periodici per valutare che i dispositivi di protezione e gli strumenti di misurazione funzionino efficacemente; tra i suoi compiti si trova, inoltre, quello di delimitare le zone controllate ed effettuare la valutazione sulle quantità di radiazioni a cui sono esposti i lavoratori e di conseguenza, classificarli e mantenere l’aggiornamento dell’archivio dosimetrico che contiene le schede individuali del personale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie del sito